a

Giulia Costantini – insegnante di canto lirico

  /  Giulia Costantini – insegnante di canto lirico
Zero Crossing - Giulia Costantini

Giulia Costantini – insegnante di canto lirico

Giulia Costantini, soprano lirico, diplomata al triennio di I livello e al biennio di II livello in canto e teatro musicale presso il conservatorio Rossini di Pesaro, attualmente attiva come concertista e allieva della maestra Stefania Donzelli. Ha partecipato come effettiva, nel corso della sua formazione, a numerose masterclass tenute da prestigiosi maestri del panorama lirico: la prima nel 2017 col maestro tenore Gianluca Pasolini, la seconda col maestro Andrew Stuckey dall’università dell’Arizona sull’opera lirica contemporanea e in lingua inglese, a seguire un’altra nel 2021 incentrata sulla musica rinascimentale iberica tenuta dal maestro portoghese Joao Janeiro, sempre nel 2021 ha avuto l’onore di partecipare alla masterclass tenuta ogni anno dall’illustre maestro e tenore José Carreras, successivamente ha preso parte a quella tenuta dalla sua attuale insegnante, la maestra Stefania Donzelli, all’istituto italiano di cultura di Bruxelles in Belgio e per ultima, in ordine cronologico, nel 2022 quella tenuta dal maestro regista Fabio Sparvoli sul recitar cantando.
Al di fuori del suo percorso formativo ha lavorato in svariate occasioni anche come artista del coro presso due enti corali: il “coro lirico città di Faenza” con cui ha lavorato in occasione dell’evento concertistico tenutosi a Schwäbisch Gmünd in Germania durante il Bergfest festival nel 2019 e nel 2020 alla produzione della Traviata di G.Verdi tenutasi al teatro gentile di Fabriano.
Il secondo, il “coro del teatro Ventidio Basso” di Ascoli Piceno con cui ha una collaborazione più continuativa e con cui ha avuto opportunità di lavorare in occasione di ben tre Rossini Opera Festival. Il primo, nel 2021 per le produzioni di Moïse et Pharaon, Elisabetta regina d’Inghilterra e dello Stabat Mater in forma scenica con le regie di Davide Livermore, Pier Luigi Pizzi e Massimo Gasparon e sotto la direzione di direttori come Evelino Pidò, Giacomo Sagripanti e Jader Bignamini. Sempre in collaborazione col Ventidio Basso ha lavorato nel Novembre 2021 anche nella produzione di Bohème organizzata dalla fondazione rete lirica delle
Marche e nella produzione del Rossini Opera Festival 2022 in cui vennero rappresentati Otello con la regia di Rosetta Cucchi e la direzione di Yves Abel e Le Comte Ory con la regia di Hugo De Ana e la direzione di Diego Matheuz, festival conclusosi col concerto di gala condotto e allestito dal maestro Pier Luigi Pizzi. Ed Infine, al Rossini Opera Festival 2023 in cui vennero messe in scena le opere Eduardo e Cristina con regia di Stefano Poda e direzione di Jader Bignamini e Adelaide di Borgogna con la regia di Arnaud Bernard e la direzione del maestro Francesco Lanzillotta. In conclusione del festival vennero eseguite inoltre anche due
opere sacre tra cui la Cantata in Onore del Sommo Pontefice Pio IX e il capolavoro rossiniano Petite Messe Solenelle diretta dal maestro Michele Mariotti alla guida dell’orchestra sinfonica della Rai e con la partecipazione di Rosa Feola come ospite solista. Infine, in qualità di solista ha preso parte come concertista a numerosi eventi come nel 2019 la messa solenne di santa Cecilia accompagnata all’organo e tenutasi a Pesaro presso la cattedrale Santa Maria Assunta, nel 2021 sempre come solista alle riprese audio-video utilizzate a scopo promozionale per l’inaugurazione dell’antico Palazzo Brancadoro di Fermo sede culturale di numerosi eventi musicali fermani, sempre nel 2021 alla cerimonia in occasione del conferimento di benemerenze ai due storici e musicologi rossiniani Sergio Ragni e Luigi Cuoco esibendosi in presenza di prestigiosi invitati del panorama lirico come il soprano
Cecilia Bartoli, nel 2022 invece ha partecipato come solista all’evento musicale in occasione del centenario di Renata Tebaldi voce d’angelo organizzato con la collaborazione del Conservatorio Rossini, nello stesso anno anche ad un altro omaggio ma di stampo sacro sempre in memoria dell’amatissima Tebaldi tenutosi alla chiesa monumentale di San Giovanni in cui venne eseguito un concerto per voci soliste di Soprano, Mezzosoprano, Tenore e Organo. In conclusione, sempre nel 2022 partecipò anche a due concerti di musica cameristica contemporanea con accompagnamento di chitarra tenutisi al Palazzo Ducale di Urbino e al Museo Nazionale Rossini in cui vennero eseguiti brani di Benjamin Britten, John Duarte e Maurice Ravel ed altri a seguire… .